top of page
  • Immagine del redattoreFrancesca Sanesi

Festival dello Sviluppo sostenibile: anche nel 2023 due eventi in Camera di commercio di Taranto

Per l’edizione 2023 del Festival dello Sviluppo sostenibile promosso da ASviS - Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, insieme al Centro di cultura per lo sviluppo “G. Lazzati” e altri partner pubblici e privati, abbiamo organizzato nella Cittadella delle imprese di Taranto due eventi locali di particolare interesse.



Il primo, dal titolo “Misurare per conoscere, educare, curare e governare i processi secondo complessità”, si è svolto il 18 maggio, in collaborazione con la Rete dei Comuni Sostenibili.


"Anche quest’anno, com’è tradizione dal 2017, partecipiamo al Festival ASviS, parlando di uno dei temi a noi più cari: quel BES - Benessere Equo e Sostenibile che ha aperto in Camera di commercio la riflessione sui nuovi modelli di sviluppo del territorio, generando molte esperienze fra le quali OIKOS - La casa dell’economia civile®, progetto che questo Ente ha portato avanti anche con il mio mandato e cappello sotto il quale si svolgono le molteplici azioni camerali a favore della sostenibilità. Solo nel 2022 abbiamo promosso direttamente o sostenuto almeno 12 iniziative su questi argomenti", ha detto il Commissario Straordinario della Camera di commercio di Taranto, on. Gianfranco Chiarelli, aprendo il convegno. "Immaginate se tutta la Pubblica Amministrazione italiana progettasse collegando le matrici contabili con gli indicatori BES. E immaginate poi se questo virtuoso comportamento incontrasse quello delle moltissime imprese che sono orientate alla sostenibilità in tutte le sue declinazioni".

Il Segretario generale, dr.ssa Claudia Sanesi ha raccontato l’esperienza di Taranto BES City, avviata dall’Ente camerale sin dal 2013: "Sono passati ormai dieci anni da quando - in un momento particolarmente drammatico per l’area tarantina - ci siamo letteralmente innamorati del BES. Abbiamo portato avanti questo lavoro, incardinandolo nel nostro più ampio progetto OIKOS - La casa dell’economia civile®, e oggi rinnoviamo il nostro impegno, anche sotto il profilo statistico oltre che istituzionale, a proseguire sulla strada della lettura multidimensionale del nostro territorio".



Il Key Note Speech è stato affidato a Linda Laura Sabbadini - Direttrice del Dipartimento per lo sviluppo di metodi e tecnologie per la produzione e diffusione dell’informazione statistica. Poi, gli interventi di Stefano Cervellera - Comune di Taranto, Valerio Lucciarini De Vincenzi - Presidente Rete dei Comuni Sostenibili (online) e le testimonianze dei Comuni di Crispiano, Ginosa e Manduria aderenti alla Rete dei Comuni Sostenibili. Conclusioni di Domenico M. Amalfitano, Presidente Centro di cultura per lo sviluppo "G. Lazzati" – Taranto, coordinamento di Daniele Nuzzi, sempre del Centro di cultura.


Il secondo evento, moderato dal Segretario generale dell’Ente camerale Claudia Sanesi e introdotto dal saluto del Direttore Scientifico di ASviS prof. Enrico Giovannini, è stato: “Le città e le imprese: un nuovo rapporto nell’economia degli stakeholder”, realizzato in partnership con CNEL, AISEC, Federmanager Puglia, Happy Network.


"Le esperienze presentate oggi sono di diversa formazione e provenienza, non sempre in accordo. Eppure abbiamo avuto l’ambizione di metterle insieme, poiché è dal confronto che nascono conoscenza e progresso – ha detto il Commissario Chiarelli. Ciò vale particolarmente adesso che la nostra città è chiamata a profondi cambiamenti. Con il PNRR, i fondi per la transizione giusta e gli altri fondi già attivi e futuri il volto di Taranto potrà cambiare radicalmente e ognuno deve portare il suo contributo. La nostra posizione è chiara e va nel senso dello sviluppo di una classe imprenditoriale sostenibile ed innovativa, capace di rispondere proattivamente al nuovo dettato costituzionale e di generare solo impatto positivo per le persone e per l’ambiente. Condizione ideale che non si raggiunge né per legge né in breve tempo, ma alla quale dobbiamo necessariamente tendere per un imperativo etico, prima ancora di aver valutato i vantaggi di una economia degli stakeholder”.

"In un nuovo rapporto fra città e imprese, la creazione del valore avviene collettivamente e non può riguardare esclusivamente il profitto imprenditoriale. Un’idea molto forte con la quale dobbiamo fare i conti senza ipocrisie anche come pubbliche amministrazioni quando parliamo di governance del territorio, se vogliamo una comunità coesa e soprattutto se vogliamo impegnarci efficacemente per le generazioni future. Ma anche per superare meglio le attuali crisi sistemiche – ha rimarcato il nostro Commissario, affrontandole con il giusto grado di preparazione, o ridurre le sperequazioni qui e ora. Lo sviluppo sostenibile guarda al futuro ma vive e cresce nel presente".



Importanti gli interventi dell’Ing. Pensa di Federmanager, del Presidente di Acciaierie d’Italia Franco Bernabè, della Presidente di AISEC Eleonora Rizzuto, del vice Sindaco di Taranto Fabrizio Manzulli e del Prof. Alberto Felice De Toni, docente dell’Università di Udine e neo Sindaco di Udine. Conclusioni tratte dal Presidente del Centro di cultura, Domenico Amalfitano.

Rivedi l’iniziativa qui:


("OIKOS. La casa dell'economia civile" è un marchio registrato di Camera di commercio di Taranto)

7 visualizzazioni0 commenti
bottom of page