• Francesca Sanesi

Digital export e web marketing internazionale. I consigli di Andrea Boscaro per le nostre imprese


Nei mesi di gennaio e febbraio 2020 si è svolto nella Cittadella delle imprese di Taranto l’intervento formativo “Export Pass Storytelling”, dedicato alle tecniche di narrazione applicate alla comunicazione aziendale. Sei incontri, suddivisi in tre moduli di due giornate consecutive a cadenza bisettimanale. I temi: raccontare il prodotto e la storia aziendale, comunicare il Made in Italy, web e social media.

Questa iniziativa rientra nel più ampio programma “Taranto riparte con l’export”, un percorso integrato di accompagnamento all'internazionalizzazione frutto dell’Accordo fra Camera di commercio di Taranto e ICE–Agenzia.

Fra i docenti della Faculty ICE impegnati nella realizzazione di Export Pass Storytelling, Andrea Boscaro, founder e partner di The Vortex, che ci ha inviato un interessante contributo che sintetizza i temi da lui affrontati nel corso di formazione:

“La Camera di Commercio di Taranto ha di recente ospitato un importante percorso di ICE dedicato all'internazionalizzazione seguito da oltre 40 aziende della provincia di Taranto ed in tale occasione sono stati affrontati i temi del digital export e del web marketing internazionale.

A dispetto di quanto si possa immaginare, il digitale offre molte più opportunità ad una PMI dell'apertura di un sito di commercio elettronico, soprattutto come leva per affrontare i mercati esteri.

Dall'uso professionale di Google e di Linkedin per individuare importatori e rivenditori (anche online) all'adozione delle tecniche per generare contatti commerciali grazie alla presenza del sito aziendale sui motori ed all'uso del web marketing, sono molti infatti gli strumenti che un'impresa può adottare prima di trasformare il proprio modello di business con il lancio di un negozio su Internet.

Peraltro, anche un negozio online non può prescindere oggi dall'attenta attivazione di un servizio di customer care proprio perché più ci si avvale di una relazione digitale più l'elemento della fiducia deve essere consolidato attraverso la reputazione del marchio, la storia dell'azienda, gli elementi formali di certificazione della qualità ed infine la disponibilità di un contatto telefonico o via chat.

In tutti i casi però, il digitale offre modalità per analizzare il proprio target di comunicazione o commerciale e le lezioni dedicate al web marketing internazionale hanno affrontato la scoperta e l'uso di tool gratuiti come Facebook Audience Insights, Google Trends e SEMrush, tre servizi a disposizione di tutti per analizzare il mercato, la domanda ed i concorrenti così da approfondire la conoscenza delle opportunità e i canali che debbono essere valutati per intraprendere con successo un'iniziativa di digital export.

Tale iniziativa deve poi essere come un tessuto la cui trama è composta di almeno tre fili:

- il filo professionale con il quale l'export manager si accredita su Linkedin grazie ad un profilo adeguato e ricco e se ne serve per accrescere e consolidare il proprio network di contatti;

- il filo aziendale con cui un sito multilingua viene ottimizzato per la lettura, la navigazione e l'indicizzazione in un internazionale;

- il filo digitale che si serve tatticamente di rivenditori online e marketplace per fare esperienza sui mercati target per valutare, nel medio - lungo periodo, il lancio di un negozio online proprietario.

Solo una strategia coerente con gli obiettivi ed una matura consapevolezza da parte dell'imprenditore e dell'export manager possono consentire di attingere alle competenze esterne adeguate e metterle al lavoro in modo efficiente ed efficace".

Andrea Boscaro

Partner The Vortex


Creato da

B smart! 

© 2020   Camera di commercio di Taranto